á

SARDIGNA NOSTRA

MOVIMENTU IDENTITÓRIU SARDU

S'Ass˛tziu "Sardigna nostra" naschet cun s'iscopu de prom˛vere, pro mŔdiu de s'atzione polýtica de unu Movimentu identitÓriu sardu numenadu "Sardigna nostra", chi faghet parte de su presente Ass˛tziu, su beneistare de sos Sardos e su progressu de sa Sardigna.

á

L'Associazione "Sardigna nostra" nasce con lo scopo di promuovere, per mezzo dell'azione politica di un Movimento identitario sardo denominato "Sardigna nostra", che Ŕ parte integrante della presente Associazione, il benessere dei Sardi e il progresso della Sardegna.

á

Foto_primo_direttivo_Sardigna_notra_-_Copia

festeggiamenti_-_Copia

á

á

á

á

á

PRIMU ATĎBIU "SARDIGNA NOSTRA" 

DE SU 6 DE AUSTU 2016

á

PRIMO INCONTRO "SARDIGNA NOSTRA" DEL 6 AGOSTO 2016

(Testo in italiano dopo quello in sardo)

A pagu prus de unu mese dae sa nÓschida de su Movimentu identitÓriu ?Sardigna nostra? s?est tentu in Ossi su 6 de austu 2016 su primi Diretivu, cump˛nnidu dae: Bartolomeo Porcheddu, Piero Mura e Mario Demontis (Ossi), Simona Cherchi (Ollastra Simaxis), Maria Giovanna Serchisu (Iscanu de Montiferru), Tonino Cocco e Salvatore Pinna (Otieri), Marco Sogos (Silanos), Vittorina Porcheddu (s?Alighera), Mariangela Mascia (Cuartu Sant?Elene) e Antonello Licheri (Arm¨ngia).

In s?˛rdine de su die sos nodos isres˛lvidos de sa polýtica sarda chi tenent frimma s?economia e impoverant sa Sardigna de postos de traballu e, de cunsighŔntzia, de abitantes. S?abboju at leadu cuviu pr˛piu dae sa chistione de su traballu, chi pro custu tocat de giambare de su totu rota, dende torra importu a sos comunes cun s?istitutzione de una fegura professionale chi si ˛cupet ebbia de traballu. Su disocupadu o sa pessone cun problemas econ˛micos depet andare a comune cun dignidade a pedire dinari in giambu de traballu e non presentende sa tessera di povertade istrema o de disadatadu sotziale. In custa manera amus a resŔssere a tratŔnnere in s?ýsula sos gi˛vanos nostros, chi semper de prus lassant sa terra issoro chirchende traballu, in peristantu de una sistematzione chi lis cunfagat; in custa manera amus a Óere prus pagos malÓidos depressos pro sa precariedade de sa cunditzione econ˛mica e prus servýtzios pro sos territ˛rios comunales.

Un?Óteru tema de importu regionale chi pro l?assentare bi diat chŔrrere una revolutzione programmÓtica est cussu de s?energia. Su guvernu regionale in su mese de ghennÓrgiu de ocannu at predisp˛nnidu su pianu energŔticu tenende sa pr˛pia polýtica cun su metanu. Segundu nois custu est comente a torrare in segus cun su tempus andende a s?iscuru ca non si cumprendet dae chie amus a comporare su metanu e cando s?at a fraigare su metanodotu. Sa proposta nostra andat dereta a un?Ótera ala e si basat subra s?energia solare chi in Sardigna est a disponimentu 365 dies a s?annu e a costu zero. Pensamus chi una polýtica sŔria subra su fotovoltÓicu at a p˛dere gi¨ghere in pagu tempus sa Sardigna a Ŕssere energeticamente indipendente condunu respÓrmiu mŔdiu a famýlia de 400 euro su mese intre lughe e gas.

Sos Óteros temas tratados, non prus pagu importantes de cussos narados subra, ma chi pro problemas de logu acurtziamus, sunt istados sos chi sighint:

-          cuntatos intre Sardos de Sardigna e Sardos chi bivent ispÓrghidos peri su mundu;

-          paridade intre ˛mines e fŔminas in totu sos setores de sa sotziedade;

-          afortigamentu se sos setores istratŔgicos de s?economia sarda;

-          dismissiones de sas bases militares, chi dae tropu tempus nde bogant resorsas a s?ýsula;

-          continuidade territoriale bera siat marýtima che aŔrea;

-          comunicatzione interna de sa Sardigna, chi nos cullocat in sos ¨rtimos postos in Europa;

-          impreu a s?indonu pro sos sardos de sas terras comunes (forestas, ispiÓgias, ecc.);

-          torrare a sos comunes sas cumpetŔntzias in fatu de s?ammÓniu de s?abba p¨blica;

-          organizatzione noa dae su fundamentu de su sistema sanitÓriu sardu;

-          frÓigu de una Sardigna identitÓria cun s?inserimentu in sas iscolas e in sa p¨blica amministratzione de sa limba e de sa cultura sarda;

-          Agentzia Sarda de sas Intradas, Puntos Francos e Óteros temas de importu ant tentu su tempus netzessÓriu in s?abboju chi s?est cumpridu cun s?aprovu de unu documentu programmÓticu.

Su Diretivu de ?Sardigna nostra? c¨mbidat a cantos cherent cundivýdere su programma nostru de nos cuntatare, pro Óteras preguntas, peri su giassu internet www.sardignanostra.it

In sas duas fotos alligadas: su Diretivu traballende e su Diretivu festende.

 

PRIMO INCONTRO "SARDIGNA NOSTRA"

DEL 6 AGOSTO 2016

A poco pi¨ di un mese dalla nascita del Movimento identitario ?Sardigna nostra? si Ŕ riunito a Ossi il 6 agosto 2016 il primo Direttivo, composto da: Bartolomeo Porcheddu, Piero Mura e Mario Demontis (Ossi), Simona Cherchi (Ollastra Simaxis), Maria Giovanna Serchisu (Scano di Montiferro), Tonino Cocco e Salvatore Pinna (Ozieri), Marco Sogos (Silanus), Vittorina Porcheddu (Alghero), Mariangela Mascia (Quartu Sant?Elena) e Antonello Licheri (Armungia).

All?ordine del giorno i nodi irrisolti della politica sarda che tengono ferma l?economia e impoveriscono la Sardegna di posti di lavoro e, conseguentemente, di abitanti. La discussione Ŕ partita proprio trattando il tema del lavoro, per il quale occorre cambiare completamente rotta, dando nuovamente centralitÓ ai comuni con l?istituzione di una figura professionale che si occupi esclusivamente del lavoro. Il disoccupato o la persona con problemi economici deve recarsi in comune con dignitÓ a chiedere soldi in cambio di lavoro e non presentando la tessera di povertÓ estrema o di disadattato sociale. In questo modo riusciremo a trattenere nell?isola i nostri giovani, che sempre pi¨ numerosi lasciano la loro terra alla ricerca di un lavoro, in attesa di una sistemazione a loro confacente; in questo modo avremmo meno malati depressi per la precaria condizione economica e pi¨ servizi per i territori comunali.

Un altro tema di rilevanza regionale per il quale occorre una rivoluzione programmatica Ŕ quello dell?energia. Il governo regionale nel mese di gennaio di quest?anno ha predisposto il piano energetico bassando la propria politica sul metano. Secondo noi questo Ŕ un ritorno al passato con un percorso al buio poichÚ non si capisce da chi andremo a comprare il metano e quando verrÓ costruito il metanodotto. La nostra proposta va nella direzione opposta e si basa sull?energia solare che in Sardegna Ŕ disponibile 365 giorni all?anno ed Ŕ a costo zero. Pensiamo che una seria politica sul fotovoltaico porterebbe in breve tempo la Sardegna ad essere energeticamente indipendente con un risparmio medio a famiglia di 400 euro mensili tra luce e gas.

Gli altri temi trattati, non meno importanti di quelli su esposti, ma che per questioni si spazio sintetizziamo, sono stati i seguenti:

-          contatti fra i Sardi di Sardegna e i Sardi che vivono sparsi per il mondo;

-          paritÓ fra uomini e donne in tutti i settori della societÓ;

-          rafforzamento dei settori strategici dell?economia sarda;

-          dismissioni delle basi militari, che da troppo tempo tolgono risorse all?isola;

-          continuitÓ territoriale vera sia marittima che aerea;

-          comunicazione interna della Sardegna, che ci colloca agli ultimi posti in Europa;

-          utilizzo gratuito per i sardi delle terre comuni (foreste, spiagge, ecc.);

-          restituzione delle competenze ai comuni sulla gestione dell?acqua pubblica;

-          riorganizzazione dalle fondamenta del sistema sanitario sardo;

-          costruzione di una Sardegna identitaria con l?inserimento nelle scuole e nella pubblica amministrazione della lingua e della cultura sarda;

-          Agenzia Sarda delle Entrate, Punti Franchi ed altri temi importanti hanno avuto lo spazio necessario nella discussione che si Ŕ conclusa con l?approvazione di un documento programmatico.

Il Direttivo di ?Sardigna nostra? invita quanti vogliono condividere il nostro programma a contattarci, per ulteriori informazioni, attraverso il sito internet www.sardignanostra.it

Nelle due foto allegate: il Direttivo al lavoro e il Direttivo nel brindisi finale..

 

 

 

GoogleTrans